Mattia entra a far parte di Universal Music Group nel 2011 nel reparto New Business e nel 2012 diventa Business Development Manager nella divisione Digital, New Business & Kiosk, per diventare infine Head of New Business Department.

“Le mie precedenti esperienze lavorative si sono principalmente concentrate nel settore dell’entertainment e della ricerca applicata al marketing e alla comunicazione in centri di ricerca universitari sia italiani che internazionali. In Universal Music Group mi occupo di sviluppare e gestire nuove opportunità commerciali e di collaborazione continuativa con grandi aziende, sfruttando tutti gli asset disponibili nel panorama musicale: dal premium digitale alle sponsorizzazioni, dalla creazione di grandi eventi live con la presenza dei nostri Artisti alla realizzazione di progetti a 360° denominati Strategic Marketing Partnership.” 

Il mondo discografico è in continuo cambiamento e un aspetto che cresce e raccoglie sempre più attenzione è la possibile sinergia tra brand e musica, di cui Mattia si occupa.

“Un legame sempre più forte e in grado di creare valore per tutti quei brand che necessitano di attrarre i propri consumatori e sviluppare con loro una solida relazione.Le possibilità nel campo discografico si trasformano quindi in veri e propri progetti speciali tailor-made che sostengono gli artisti nel dare loro e alla loro musica una maggiore visibilità e accompagnano il brand nel raggiungimento di nuovi target e fasce di clienti. Il Business Development rappresenta quindi tutte quelle strategie di diversificazione che il mondo musicale e discografico stanno affrontando in questo periodo avvicinandosi a una vasta gamma di settori: banking & insurance, telco, tecnologia, wellness & fitness, beni di largo consumo, beni di lusso, automotive e molti altri. E’ un lavoro molto dinamico ed emozionante che mi ha portato ad avere grandi soddisfazioni”.

Tra le collaborazioni più soddisfacenti sui quali ha avuto la possibilità di lavorare Mattia è possibile citare: quello sviluppato tra Universal Music Group e HP con il progetto “HP Connected Music” e quella tra Universal Music e Coca-Cola “Dillo con una canzone”.

“HP Connected Music” è un progetto nato già due anni fa e in continua crescita. Un servizio di streaming illimitato che avvicina gli utenti HP al mondo della musica e dell’entertainment con accesso al catalogo musicale più vasto del mondo e alle grandi esperienze live esclusive.  Grandi Artisti hanno deciso di partecipare al progetto, sia Italia che all’estero. Lo scorso ottobre, ad esempio, è stato realizzato il primo private showcase #HPConnectedMusic con Emma e, a seguire, i live streaming con Professor Green, Jessie J e Rita Ora. Un progetto che sta diventando, giorno dopo giorno, sempre più a 360° con la sponsorizzazione della mostra ufficiale di Vasco Rossi a Torino Esposizioni e una serie di product placement tra i quali, l’ultimo, realizzato proprio con Tiziano Ferro.” “Dillo con una canzone” è un progetto che rappresenta le emozioni, il raccontare quello che si prova grazie alla musica. Coca-Cola con Universal Music ha selezionato canzoni capaci di comunicare gli stati d’animo, rendendo così tutto più semplice. La campagna #dilloconunacanzone ha coinvolto alcuni tra i più bei titoli e le più belle frasi di canzoni italiane e straniere sull’etichetta della bottiglia di Coca-Cola. Da “Amami” di Emma a “Però mi piaci” di Alex Britti, da “Confusa e Felice” di Carmen Consoli a “Fatto serata ieri?” dei Club Dogo, da “Tutti ballano tranne te” di Fabri Fibra a “Che confusione” di Moreno. Ma anche “I will survive” di Gloria Gaynor, “Tonight’s gonna be a good night” dei Black Eyed Peas o “How wonderful life is” cantata da Ellie Goulding. Tutte le canzoni sono state selezionate per comunicare differenti stati d’animo ed emozioni affini all’universo Coca-Cola e a quello dei teenager: dalla felicità, all’amicizia, dall’amore alle occasioni di divertimento. L’iniziativa ha avuto una forte impronta digitale sui social network tramite l’hashtag #dilloconunacanzone e sul portale www.dilloconuncanzone.it.”